Make your own free website on Tripod.com

Astrofotografia

Strumentazione

Home
Strumentazione
Accessori
Software
Staz. Polare
Deep Sky
Sole
Pianeti
Luna
Foto visitatori
Contact Me
Links utili

Questo e' il Celestron C9,1/4 che attualmente uso per l'astrofotografia e le riprese Webcam. E' un'ottica in configurazione Schmidt Cassegrain con specchio dal diametro di 235mm. La lunghezza focale del telescopio e di 2350mm, ed il rapporto di luminosita' relativo e' 10 ( comunemente denominato f/10 ). Questo e' un valore inversamente proporzionale ( quindi meno grande e' il numero, piu' alta e' la luminosita' dell'obiettivo ). Il tubo ottico e' posizionato su una classica montatura EQ5 equatoriale alla tedesca, su treppiede di alluminio, da me' modificato.

celestronweb1.jpg

Come potra' ben vedere chi conosce gia' la strumentazione, ho apportato differenti modifiche che riguardano il treppiede, un focheggiatore elettrico 'arrangiato' da dei vecchi motori Meade ( principale concorrente della Celestron ), e l'alloggiamento del motore di AR nella sua protezione in plastica che originariamente, creava attrito con le ruote dentate del motore, non facendolo lavorare bene.

celestronweb4.jpg

Questa e' la montatura EQ5, denominata la 'cinese' per via del suo luogo di fabbricazione. E' una montatura dai molti pregi e difetti, ma credo che i primi siano nettamente superiori ai secondi. I pregi sono il prezzo, il peso contenuto ( contrappesi a parte ) e quindi la trasportabilita', la soddisfacente stabilita' con ottiche corte di peso pari al C9,1/4 ( ma non consiglio di caricare piu' di 9-10Kg ). Anche la motorizzazione e' ottima, con buon inseguimento lunare e planetario se pero', a monte, e' stato eseguito un corretto stazionamento Polare. Il difetto della montatura invece riguarda le foto a lunga posa, dove si evidanziano i limiti dei motori e della costruzione meccanica che dovrebbe essere leggermente piu' raffinata per avere maggiore precisione, cosa appunto richiesta dall'astrofotografia a lunga posa. Naturalmente si puo' ovviare a questa mancanza di precisione, 'guidando' le foto con apposito telescopio guida, guide radiali etc. In conclusione una montatura che, secondo me', fino a spremerla al massimo, si possono tirare fuori belle cose, ammortizzando i costi. Dimenticavo un'operazione importante da compiere, raccomandata da tutti i siti di discussione sulla EQ5: la sostituzione del grasso originale delle ruote dentate e viti senza fine, con del grasso per ingranaggi di buona fattura. Cio' contribuisce a fluidificare i movimenti della montatura.

celestronweb2.jpg

Passiamo all'aggiunta del focheggiatore elettrico, una mia 'furbata' per evitare di spendere i 250-270 Euro, richiesti in media per i focheggiatori elettrici originali delle case costruttrici. L'idea mi e' venuta vedendo in vendita, su una delle famose aste on line, una coppia di motori di ricambio e relativa pulsantiera di controllo Meade, priva di inseguimento automatico ( kit 492 ) per dei telescopi della serie DS. Con la spesa di 23 Euro mi sono fatto spedire il tutto dagli States e con un minimo di adattamento ecco creato il focheggiatore elettrico con tanto di pulsantiera a 4 velocita', ad 1/10 del suo costo!!!!

celestronweb3.jpg

celestronweb5.jpg

Qui' una visione d'insieme del treppiede e montatura ci permette di verificare come stanno le cose. I listelli di legno che vedete sono stati aggiunti per irrigidire le gambe in alluminio, originariamente un po' sottili. E' intenzione futura, riempire l'interno cavo delle gambe del treppiede, con del materiale tipo cemento, al fine di appesantire ancora di piu' il tutto. E' visibile la pulsantiera del focheggiatore e la prolunga dei motori. L'ho creata con del semplice cavo telefonico e sdoppiatori RJ11 femmina-femmina, per poter lasciare tutto in balcone a congelarsi ed io comodamente seduto davanti al pc, al chiuso in camera, con la pulsantiera dei motori a portata di mano per le correzioni in real time a monitor.

celestronweb6.jpg